Home Articoli dal Web Salute e Benessere Proprietà dello zenzero: digestivo e antinfiammatorio
Proprietà dello zenzero: digestivo e antinfiammatorio

Proprietà dello zenzero: digestivo e antinfiammatorio

8
0

Pianta erbacea conosciuta in inglese con il nome di ginger, viene spesso usata come spezia in cucina o, nell’industria alimentare, come aromatizzante naturale. Ma sono le sue proprietà curative a renderlo tanto speciale per chi ricerca il benessere. Vediamo allora tutte le proprietà dello zenzero e gli effetti sul nostro corpo.

Zenzero come pianta curativa

La componente medicinale dello zenzero è concentrata nel rizoma. E’ qui che si ritrovano tutti i principi attivi che fanno tanto bene al nostro organismo.

Contiene infatti sali minerali come magnesio, sodio, potassio, zinco, ferro, nonché la vitamina E.

L’olio essenziale di zenzero è un validissimo tonificante, antidolorifico, antivirale e afrodisiaco.

Sono tante, quindi, le proprietà dello zenzero. Ma, prima di farne uso, è comunque opportuno consultare il proprio medico per chiedere consigli.

Zenzero come antinfiammatorio e analgesico

Lo zenzero dà immediato sollievo in caso di mal di testa, dolori articolari e muscolari.

Ma, soprattutto, è una potentissima cura per i bruciori di stomaco.

Zenzero come gastroprotettore

Le sue proprietà gastroprotettive lo rendono estremamente efficace come antinausea.

E’ utile contro gastrite e ulcere intestinali. Inoltre, stimola la digestione, è un antidiarroico e favorisce l’eliminazione dei gas intestinali.

Zenzero come antiemetico e antivertigine

Lo zenzero aiuta a combattere la nausea dovuta al mal d’auto o alla gravidanza.

Assunto in piccole dosi, è molto efficace anche per combattere il senso di vertigine.

Zenzero come antibiotico

Lo zenzero è un alleato del nostro sistema immunitario.

Viene utilizzato come cura naturale per gli stati influenzali.

Il sollievo da raffreddore, febbre, tosse e catarro con lo zenzero è immediato.

In particolare, le proprietà antisettiche dello zenzero stimolano la guarigione da tutti i tipi di infiammazione alla gola, come laringiti e faringiti.

Zenzero come anticoagulante

In qualità di anticouagulante, lo zenzero riduce la coagulazione delle arterie, abbassa il colesterolo e la pressione sanguigna.

Come usare lo zenzero

Lo zenzero può essere assunto in diversi modi:

  1. in polvere (1 gr), da mescolare all’acqua calda;
  2. in capsule;
  3. come tisana. Si tagliano circa 10 gr di radice fresca a cubetti o fette sottili; si lasciano bollire in un pentolino d’acqua per 7/8 minuti; infine, si filtra il tutto.

Utilizzandolo come cura naturale, il giusto dosaggio dello zenzero è di circa 500-1000 mg al giorno.

Proprietà dello zenzero ed effetti collaterali

Come tutti i rimedi naturali, lo zenzero va assunto in dose e modalità corrette.

Ecco i possibili effetti collaterali sul nostro organismo.

  • In caso di gravidanza, l’utilizzo eccessivo come antinausea può dare disturbi. E’ consigliabile consultare prima il medico.
  • Possono manifestarsi reazioni allergiche come eruzioni cutanee.
  • L’abuso di zenzero può provocare gastrire, ulcere e gonfiori intestinali.
  • Non va usato in contemporanea con farmaci antinfiammatori e ipotensivi.
  • Nel caso in cui si stiano assumendo antiaggreganti e aintinfiammatori, consultare il medico prima dell’utilizzo dello zenzero.

(8)

LEAVE YOUR COMMENT